Champagne!

​Inzia così il mio viaggio con #bollicineedintorni nel #blog www.massimofabiani.com

Martini…agitato non mescalato…! 

Tutti sappiamo chi beve così il Martini: 

Bond… James Bond!

Ma 007 beve anche vini, Dom Perignon 1953, 1959, 1962,


Bollinger Grande Anné 1990, 

Chateau Angelus 1982…!!!

Questi sono solo alcuni dei grandi vini che il mitico James Bond ha ordinato nei suoi film…

Perché mai cominciare una nuova rubrica di vini dalla Bond’s Choice?

Perché se nell’immaginario collettivo i vini francesi sono legati ad una icona di superiorità ed esclusività, quale migliore inizio se non un Dom Perignon 1953… Forse un 1955…?!

Questa nuova rubrica vuole essere una finestra aperta su storia, avvenimenti, curiosità, degustazioni, di una realtà spesso idolatrata da molti appassionati (me compreso) eppure poco conosciuta.

Chateau Margaux, Mouton Rotschild, Lafite Rotschild, Latour, Haut Brion, chi non ne ha mai sentito parlare?! 

Fu nel 1855, anno dell’esposizione universale di Parigi ad opera di Napoleone III, che venne creata la classificazione dei Gran Cru di Bordeaux, graduatoria dei migliori vini Bordolesi in funzione del loro livello qualitativo e prezzo di vendita. 

Sono passati oltre 150 anni e questi vini sono ancora in cima alla lista dei desideri degli appassionati e collezionisti di tutto il mondo.

Domaine de La Romanée Conti. Nel 1232 furono i monaci dell’abbazia di San Viviant a Vosne ad iniziare a coltivare questo piccolissimo appezzamento di soli 1,8 ettari che oggi produce poche migliaia di bottiglie l’anno. Tutto Pinot Nero, ovviamente…

Dom Perignon! 

Monaco Benedettino dell’abbazia di Hautvillers, c’è chi dice abbia inventato la cuvèe, chi l’adozione dei tappi in sughero, chi invece affermi che per suo merito gli Champagnes siano diventati vini secchi da dolci quali erano inizialmente o chi, semplicemente, gli riconosce l’invenzione dello Champagne! 

Una cosa è certa: senza Dom Pierre Pèrignon oggi non avremmo la possibilità di godere di quello che a detta di molti è il Re dei Vini o il Vino dei Re che, guarda caso, venivano proprio incoronati nella cattedrale di Reims….

Curiosità, quesiti, chiarimenti?!

Contattatemi…

Scritto da Flaviano Lenzi flaviano@labelleepoque.wine

Tutti i marchi e i loghi riportati appartengono ai rispettivi proprietari.

Foto fonte: Wikipedia.

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] non siamo in un film di James Bond (a proposito: leggetevi la Bond Choice scritta dal bravo […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.